Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

martedì 21 marzo 2017

Taxxisti: il NO grazie a Uber… Da categoria a corporazione?



Io, a proposito della vicenda Taxxi, (emendamento notturno Lanzillotta) ho espresso la mia opinione QUI.....>
Motivando i miei perchè. …Che, a posteriori, ho notato essere in linea con il sentire comune di chi approccia le questioni, cercando l'equilibrio degli interessi (quando leciti e legittimi). in fondo, l’equilibrio degli interessi,
-credo- sia uno dei fari a cinque stelle. (vedi stadio della Roma, trattativa altrui, rattoppata in corso d’opera). 

Equilibrio come chiave di volta delle future società. Non possiamo far finta che qualcuno non esista. (sempre ragionando sugli equilibri delle parti coinvolte). Perchè quel qualcuno, sommato ai tanti qualcuno, un bel giorno prende coscienza della propria condizione e manifesta apertamente i propri perché. Il proprio dissenso .…. Come dice, “giustamente” Di Maio, non ci meravigliamo, anzi, non vi meravigliate (Voi manovratori), se i numerosi qualcuno sparsi sul territorio, perdono la pazienza e esternano con forza le proprie sofferenze o frustrazioni. E’ nell’ordine delle cose. Fa parte della natura umana. Fa parte della dignità delle persone, (e si badi), NON può MAI essere calpestata, e sottolineo MAI. .... Esistono solo differenti soglie di sopportazione, che però, per accumulo, tendono all’unisono e mettono nel mirino, chi rappresenta in quel preciso momento, le figurine della prevaricazione degli equilibri.….Nel mio ragionare sui taxxi, entrano inevitabilmente in gioco gli interessi di una categoria -quella dei taxxisti- piccoli artigiani sotto contratto solitamente comunale, ovvero, pubblico, “contratto concordato” sul quale si sono costruite ambizioni e aspirazioni di sopravvivenza singole e famigliari. 

Possono le istituzioni pubbliche, per il volgere degli eventi, cancellare contratti e categorie con un colpo di spugna? … La mia risposta e convintamente NO !!!.......Mà !!! … Attenzione, c’è un grande Ma !!! ….Il rifiuto dei piccoli imprenditori dei taxxi al dialogo con Uber, ovvero, con l’avanzare ineludibile delle nuove tecnologie, segna un passaggio in contrasto che trasforma una categoria, in una corporazione. Allora il mio giudizio cambia in modo repentino….Per cui:  SI !!! …alla difesa delle categorie per il tempo necessario all’evolvere dell’integrazione tra interessi paralleli,… NO !!! … alla difesa delle corporazioni che vogliono solo mantenere quelli che in caso di mancata integrazione rimarrebbe solo privilegi … Amici taxxisti: Il futuro procede il suo inesorabile cammino. Opporsi, non è possibile. Si rischia di andare a sbattere. La visione futura / il cammino di mezzo, è la convivenza tra quello che era e quello che sarà. 

Credo sia percorribile, una sana promiscuità tra Uber e i Taxxisti, nel senso, che dovranno necessariamente convivere. Uber non può non considerare la categoria dei taxxisti, e i loro interessi, come i taxxisti non possono non considerare le nuove opportunità offerte da Uber. Dovranno inevitabilmente trovare un accordo.

Per questo il mio appello personale è che la categoria dei taxxisti accetti il confronto con i responsabili di Uber italia. Al fine di trovare accordi condivisi, nel rispetto dei reciproci interessi.

Di Virginia Raggi


 

Nessun commento:

Posta un commento