Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

giovedì 28 dicembre 2017

PREOCCUPANTE il giorno in cui..........

PREOCCUPANTE il giorno in cui le nostre menti sfuggissero la partecipazione. Quel giorno potremmo dichiarare chiuso l’esperimento del movimento. Perché voglio ricordare a tutti Noi (Staff e Garante inclusi) che il movimento esisterà “così come è nato”, con tutta la sua forza idealmente prorompente, solo fino a quando le menti faranno il passaparola tra loro. Fintanto che avranno voglia di incrociarsi e di unire i singoli pensieri in qualcosa di più strutturato che prevarichi i limiti della politica del passato.

Il giorno in cui i fili immaginari della comunicazione informatico-neuronale smetteranno di scambiarsi idee e informazioni. Smetteranno di pulsare all’unisono. Smetteranno di andare oltre il tifo da stadio …. Quel giorno maledetto, possiamo mettere la fascia a lutto e recitare il de profundis terreno del MoVimento. Quel giorno sarà nato un altro movimento dal destino incerto, con una grande certezza: quella del suo decadimento collegiale. Avremo allora un clone di un qualsiasi partito della vecchia partitocrazia tanto bistrattata. Avremo una formazione politica senz’anima. Collocabile nell’alveo della politica inutile ai più e utile ai soliti noti. Qualcuno imparerà o ricorderà l’esperienza, leggendo quello che fu, in una pagina senza aggiornamenti recenti in elenco su Wikipedia.

Rimmarrà un destino segnato da una delega in bianco.

 QUI la discussione aperta sul Meetup Bolognese "Amici di Beppe Grillo di Bologna" poi finita con la segnalazione del mio profilo o della discussione (non ho capito) e la conseguente impossibilita di libero approfondimento. Peccato, perchè ritenevo quel meetup l'ultima piazza virtuale "non dispersiva" dove potersi confrontare liberamente tra simpatizzanti e attivisti dei 5 stelle vicini e lontani. Tra città e provincia. 

 
Non ci rimane che l'immenso e dispersivo Facciadalibro. :(
 
 https://www.meetup.com/grillibologna/boards/view/viewthread?thread=51325315

 

Condivido le riflessioni di Travaglio sulla "regola dei due"

Credo che dopo il caso Fucci (niente a che fare con Pizzarotti) siamo difronte a un evidente deterioramento dell'efficacia della regola nata per contrastare la politica come professione e questo renda necessaria una profonda riflessione e una informata votazione online che coinvolga tutti gli iscritti al MoVimento......(scelte importanti vanno condivise) .... Trascinarsi appresso mancate attualizzazioni è un boomerang che torna sempre. La mancata "calendarizzazione" di questa questione non è consigliabile.... Impensabile candidare uno del movimento contro Fucci....Perchè -come scriva Marco- questo è lo scenario che si avrebbe alle prossime elezioni comunali di Pomezia.....e -aggiungo io- ciclicamente a seguire in altre elezioni future. L'ennesimo suicidio politico dei 5 stelle. Sarebbe come martellare uno dei pilastri portanti che sorreggono l'edificio pentastellato. Non possiamo accettare che questo accada senza battere ciglio. Senza che si discuta preventivamente della questione .... "CALENDARIZZARE" - DISCUTERNE - FAR VOTARE GLI ISCRITTI" .....Questo il percorso che mantiene la barra a dritta del sentire collettivo. Al di là delle inutili tifoserie del momento. ...............

 https://infosannio.wordpress.com/2017/12/23/quei-sindaci-dimezzati-editoriale-di-marco-travaglio/

 
 

domenica 24 dicembre 2017

Una parziale consiliatura da sindaco … vale un mandato ?

Al di là del caso specifico, forse è giunto il tempo di riprendere le riflessioni sull’interpretazione della regola dei due mandati. E sottolineo interpretazione NON abolizione. Siamo o non siamo working in progress ? Pronti ad adattarci al divenire di percorso ? ….Nei meetup si è riflettuto a lungo su questo punto del non statuto.

Personalmente credo che questa regola sia stata pensata senza considerare che spesso una cosiliatura può interrompersi anticipatamente, riducendo (caso Fucci) a soli sei anni l’incarico di portavoce istituzionale del MV.

Mi ricordo che la mia posizione era ed è ancora oggi, quella di permettere un tempo congruo ai candidati di almeno dieci anni, perché essi possano comprendere e imparare a muoversi all’interno delle istituzioni, senza che questo posso considerarsi come uno sconfinamento nel far della politica una professione. … Ragionandoci: se accettiamo i due mandati completi, ovvero anni dieci, è difficile spiegare perché il tal dei tali dovrebbe ritirare la propria disponibilità anticipatamente rispetto al decennio previsto dai due mandati.
E qui entra in ballo l’interpretazione della regola … e ri-preciso non la sua abolizione.Fucci (come il sottoscritto) non chiede di abolire la regola dei due mandati, sollecita e chiede solo che questa preveda, in caso di fine anticipata della legislatura, di considerare non ultimato il periodo di incarico come portavoce. Il termine dei dieci anni non è stato completato.

Da aggiungere che nel caso specifico ci troviamo difronte a un sindaco molto apprezzato, un vero fenomeno della partecipazione politica, acclamato sia dai cittadini che dagli attivisti del MV, date le sue ottime performance amministrative.

A livello di consenso, mi chiedo: è più proficuo mostrare intransigenza incomprensibile o accettare di rielaborare posizioni scritte in contesti diversi e molto datate. Oggi forse incomprensibili ?

LA MIA PROPOSTA: rivedere la regola fissando come inderogabili entrambe le possibilità…..Due mandati che comprendano anni dieci da portavoce.
Se la legislatura / cosiliatura si conclude anticipatamente, LA PRIMA RICANDIDATURA (e solo la prima) che segua un mandato incompleto, vale come primo mandato, ovvero, Il portavoce può ricandidarsi per il secondo mandato.
Prendendo in esame, nelle modifiche da apportare, anche la possibilità di una seconda candidatura che non giunga a fine mandato. Potrebbe presentarsi una prima candidatura completata e una seconda, chiusa in anticipo.

Il fine della regola dei due mandati è condiviso da tutti da sempre, ed è giusto non derogare a un limite di permanenza. E’ però complicato far comprendere all’opinione pubblica che uno come Fucci, debba lasciare a soli sei anni di attività diretta.

VOTAZIONE ONLINE:
Oggi una riflessione su questo punto è indispensabile e auspicabile. ...Che sia una votazione informata online a scegliere la modifica o la conferma di questa regola.

QUI aggiornamento sulle considerazioni di Fabio Fucci

martedì 21 novembre 2017

Il MoVimento non è contro le categorie.



Grazie .... a nome personale, ma anche, credo, a nome di un riequilibrio delle responsabilità e dei meriti individuali. Non sono le categorie a dover essere criminalizzate ....Se qualche giornalista o qualche editore non rispetta le regole deontologiche del proprio codice. Nel dettaglio, non rispetta chi lecitamente si contrappone in dissenso, come avversario politico, Il pollice verso va indirizzato contro il singolo denigratore/mistificatore, non verso la categoria di appartenenza. E questo, vale per tutte le categorie; Giornalisti, Magistrati, Dirigenti pubblici...ecc...ecc... Il nostro dovere è quello di stanare i singoli comportamenti scorretti…. Molti giornalisti fanno il loro dovere con coscienza a rischio della propria incolumità fisica, come Paolo Borrometi. La storia del nostro paese ha pagine piene di atti di eroismo d’inchiesta giornalistica. Atti pagati spesso con la vita.…..Anche se di eroi, un paese civile non dovrebbe aver di bisogno.
“Sfortunato quel popolo che ha bisogno di eroi” (Bertolt Brecht)

Un aforisma che apre un mondo di riflessioni. Una formazione di pensiero che detta un suggerimento: il singolo è facile preda di pressioni e ritorsioni. Un collettivo (senza alcuna vena nostalgica anni 60/70) è un ostacolo troppo ingombrante da aggirare. Puoi zittirne uno, ma zittirne dieci, cento, mille, è cosa ben più complicata.………..>  “Effetto Raggi” o effetto collettivo d’insieme ? …..Io sto con la seconda. Mi dà più sicurezza. Più certezze per il futuro. Più garanzie. La sento più calzante. Più inclusiva……Ma soprattutto mette al riparo il singolo. E siccome vogliamo tanto bene alla Raggi, e teniamo alla sua incolumità …. Non è l’effetto Raggi…. è l’effetto MoVimento 5 Stelle Romano. 

“Nessuno deve rimanere indietro” può avere più significati. Non vorrei che a esaltare il singolo ci ritroviamo qualcuno che rimane troppo indietro.
E come al solito un abbraccio da Bologna. 

 
 http://www.beppegrillo.it/2017/11/solidarieta_e_gratitudine_per_paolo_borrometi_giornalista_nel_mirino_della_mafia.html

 

giovedì 16 novembre 2017

Intimidazione abituale…O paghi il pizzo o chiudi



E c'è gente che difende “incredibilmente” roberto spada e il clan della famiglia di etnia sinti, degli spada. Sinti, come l'altro clan di ostia, quello dei fasciani. Sinti come il clan dei casamonica attivi nella capitale e nel ponete di ostia......

C'è anche chi pochi giorni fa dagli scranni del governo, ha precisato in una audizione parlamentare seguita a strane proposte di modifiche da apportare al carcere duro del 41bis.......un alleggerimento delle restrizioni che spettano ai mafiosi. (Sei mafioso se ti avvali nelle tue attività criminali di utilizzare metodi di intimidazione verso gli associati e verso le vittime dell'associazione) .... si e detto dagli scranni governativi che: "tutti devono avere l'opportunità del recupero sociale."   (per chi difende le richieste di modifica) questo deve essere concesso anche a chi ha sul groppone centinaia di omicidi e non si è mai pentito, non ha mai collaborato. Non mi trovo d'accordo, ma comprendo, e spiego il perchè......

Io ho una mia personale convinzione su questi inspiegabili atti di compassione verso pluriomicidi / pluricondannati.

Tutte le persone costrette a ruotare attorno a criminali dediti all'intimidazione abituale ....Fra cui: giudici, magistrati, forze dell'ordine, secondini, singoli giurati delle giurie popolari, personale delle istituzioni, parlamentari, senatori e tanti altri.....  sono sotto ricatto intimidatorio da parte della criminalità più o meno mafiosa alla quale si oppongono..... Del resto la telefonata al giudice Ambrosoli -rappresentante delle istituzioni- da parte di Aricò, uomo della mafia siciliana che apertamente minaccia il giudice poi ammazzato da lui stesso..... è un precedente  intimidatorio inquietante rimasto storico, che chiarisce bene il metodo abituale di pressione personale e famigliare verso i soggetti ritenuti di  intralcio per gli interessi di queste associazioni di malavitosi o gruppi criminali……Per questo comprendo chi si trova a incrociare criminali abituali nell’esercizio delle proprie funzioni. Comprensibile il ritardo con il quale è arrivata la decisione riguardo all’arresto di roberto spada..... Incensurato OK !!! ….. ma non solo quello…… Complicato per un singolo opporsi con una firma su un mandato di arresto a tanta potenza criminale….Quali salvaguardie ha il magistrato che firma il mandato di arresto ? …. Quali protezioni sono messe a tutela della sua persona e dei suoi famigliari. Non ci si deve meravigliare se molte sentenze portano a assoluzione, criminali comuni e mafiosi.

Forse stato e istituzioni dovrebbero aggiornare le loro procedure di contrasto alla criminalità, per evitare la pratica dell'intimidazione. Ma c'è la volontà di fare questo ?

https://www.youtube.com/watch?v=eQrDkg0Ez5U
https://www.youtube.com/watch?v=TVY6dYLRHaU
https://www.youtube.com/watch?v=EDhNvAQ9Dbk
https://www.youtube.com/watch?v=IUKhwL7PmjA










venerdì 27 ottobre 2017

Regionali Sicilia: Votate per Voi.


Molti degli italiaci di sventura: quelli riuniti sullo stesso barcone de noartri. Direzione futuro ... Faticano a comprendere quanto un cambiamento deciso, ben pianificato, sulla base di un programma e di un gruppo di persone oneste, possa  portare beneficio alla martoriata comunità siciliana.

Come fai a non amare la Sicilia e tutte le sue contraddizioni. Terra di elevatissima cultura e immensa ignoranza, dove vigono ancora gerarchie naturali di branco. La Sicilia è il tutto, prima del suo contrario. Anche il più primitivo dei siciliani di estrazione popolare, nasconde sempre dentro di sé valori a lui sconosciuti, troppo spesso strumentalizzati dal potere criminale e istituzionale. E sempre quel qualsiasi siciliano travolto dal suo destino basso sociale di sopravvivenza, si adatta alle decennali regole imposte da un sistema ammalato di illegalità diffusa, omaggiando inconsapevolmente padrini e padroni. Per questo non si può che chiedere ai nostri conterranei siciliani di rifiutare e rinnegare impostori e imposizioni.

Liberate la Sicilia, Siciliani. Affidate il vostro futuro a chi vi spiega prima come sarà e coerentemente terrà fede a quanto sottoscritto. Questa è la differenza tra movimento e tutto il resto della vecchia classe dirigente. Una coerenza nei fatti. Hanno detto che non avrebbero preso i finanziamenti pubblici e hanno rifiutato milioni di euro. Gli altri, invece, hanno fatto milioni di promesse Punto. Nulla è cambiato, nulla cambierà se saranno ancora loro a piazzarsi nuovamente al potere. Qualche spicciolo mafioso, non vale quanto il benessere regionale che una gestione legale del vostro territorio può regalare a Voi singoli individui e alle vostre famiglie.  Dimenticate la costrizione all'illecito e esigete legalità tollerante che traghetti la regione fuori da decenni di malgoverno e malcostume....(Tollerante = NO all’abbattimento delle prime case “abusive” quelle di necessità. Se realizzate in mancanza di regole urbanistiche inesistenti. Quando siano fuori dai piani di salvaguardia costiera demaniale. Le colpe della malapolitica non possono ricadere sul singolo cittadino).

Non fatevi fregare ancora una volta. Non perdete il treno a 5 stelle.... Occasione unica, forse irripetibile.
Un Abbraccio da Bologna. Good Luck



Regionali sicilia: Cancelleri - Grillo