Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

venerdì 27 febbraio 2015

CARO FIORENTINO DEL CONSIGLIO



Caro Fiorentino del Consiglio:
(caro - nel senso che ci stai costando parecchio)
Le torri di Raiway sono dei cittadini italiani che le hanno pagate con il canone e le tasse. Nessuno ti ha eletto e autorizzato a vendere quello che non ti appartiene.
Solo chi non è lungimirante o in cattiva fede può prendere decisioni simili
La struttura fisica delle telecomunicazioni e un asse strategico del paese, che deve rimanere proprietà dello stato. È mia, nostra e dei nostri figli
I proventi reperibili dalla risorsa torri di trasmissione possono essere quelli dell’affitto, ogni altra scelta è scellerata.
Uno, due o tre miliardi, quello che sarà non cambia la situazione del nostro debito che continua a salire, come se a me regalassero 10 centesimi di euro.  
Poi …. “costosissimo”   Fiorentino del consiglio, per favore, basta con il libero mercato, con un’idea di liberismo malato, obsoleto, da dimenticare, da ripensare, forse da cestinare.  ……  Quali liberalizzazioni, del credo liberismo, hanno portato benefici alla cittadinanza ? …..  Nessuna …….  e avete / hai ancora il coraggio di parlare di libero mercato e liberalizzazioni !!
Un consiglio : se volete veramente il bene di questo paese, dimenticateci …….
Di tutto cuore ………..  uno che paga il tuo stipendio. 

CARO FIORENTINO DEL CONSIGLIO

   

giovedì 26 febbraio 2015

ANTIMAFIA – pulizie in casa CNA ? TUTTA LA MIA SOLIDARIETA’ A CINZIA FRANCHINI



CNA (confederazione nazionale artigianato)  
Cinzia Franchini  imprenditrice modenese in prima linea sul fronte antimafia vicina a Don Ciotti e a capo della categoria degli autotrasportatori la Fita  Cna ……… ha denunciato alla commissione antimafia le anomalie in Emilia Romagna. Ai parlamentari ha anche detto di sentirsi sola e di essere stata invitata a lasciare l’incarico dopo le denuncie. Per la CNA  infanga il buon nome dell'associazione e i vertici sconfessano l'imprenditrice antimafia: "Accuse generiche"
23 febbraio 2015

Fino a quando le sue denuncie di infiltrazioni mafiose e minacce personali rimanevano al di fuori di CNA, foglie al vento …… tutto bene, …….associazione al suo fianco anche con la pubblicazione delle sue denunce anno 2012 sul sito nazionale di CNA  E.R
.…….  poi cambia tutto, ……. quando le accuse si fanno mirate sfiorano dirigenti interni, (probabili nomi e cognomi).  CNA scarica la sua dirigente, sconfessandola  “accuse generiche”

Che ci sia del marcio nell’autotrasporto, come in tanti altri settori dell’economia è risaputo,
tra l’altro l’agro-alimentare sud/nord, decisamente infiltrato, utilizza mezzi di trasporto pesante per spostare le merci. Quante volte abbiamo letto di motrici e rimorchi andati a fuoco nei depositi delle aziende che non si piegano o da eliminare ? ….. Chiare intimidazioni in stile mafioso e quando si parla di mafie, l’abbraccio con chi tiene le redini del cavallo e lo guida, non deve meravigliare, non ci meraviglia.
Per cui la CNA farebbe bene ad approfondire seriamente le denunce di chi ha il coraggio di esporsi in prima persona e, se necessario, fare le pulizie dentro casa propria, spezzando legami e intrecci pericolosi e inopportuni   ………  evitando di banalizzare / minimizzare, di rigettare le segnalazioni ….. partendo a spada tratta in difesa di funzionari non ancora giudicati. Che vengano sospesi dal loro incarico in via precauzionale.  

Cinzia Franchini
“Voglio concludere questa giornata ringraziando i tanti che mi hanno espresso solidarietà e vicinanza. Oggi non mi sono sentita sola”

Articolo dalla Gazzetta di Modena

TUTTA LA MIA SOLIDARIETA’  A CINZIA FRANCHINI  
Non lasciamola sola…. non molliamola ……. chiedete la sua amicizia su FB



mercoledì 25 febbraio 2015

UNITI MA SEPARATI ?



UNITI  sulla responsabilità civile dei magistrati
SEPARATI in casa – sull’ anticorruzione, il conflitto di interessi, la prescrizione, eccetera

«Una sistematina ai giudici, non calendarizziamo l’anticorruzione, una rimescolata ai diritti dei lavoratori, ci compriamo la metà delle torri di trasmissione della RAI,  invertiamo le priorità del paese, prediamo tutto il possibile, raccontiamo quello che non faremo  …… mi consenta  …….  certo che sto Fiorentino del consiglio è un vero spettacolo …. li ha fregati tutti …….. »

Se qualcuno aveva ancora dei dubbi,…..  la calendarizzazione delle priorità imposta dal governo, dovrebbe  chiarire perché Mister Enzi si trova alla presidenza del consiglio.
Il suo compito è preciso. ….. Annullare il voto dei cittadini, delle scorse elezioni politiche  (confermato anche dall’impronunciabile Quagliariello  a una TV locale) e portare in europa, a Bruxelles, Strasburgo e Francoforte,  gli ultimi lembi di sovranità popolare, continuando a garantire i faccendieri italiani e, confermando che, ….. siamo in una guerra planetaria non dichiarata con due schieramenti ben visibili, l’1% contro il 99% di Noi  
Ma qualcosa bolle in pentola, anche i monoliti sembrano respirare di vita propria.
Il frankenstein creato artificialmente con i pezzi delle sovranità popolari, potrebbe scassarsi, siamo alla ricerca del punto debole, la porta pia che permetta di sciogliere i legacci che uniscono la creatura. Ci vorrà tempo, ma la strada è segnata.
Un grazie di cuore al piccolo e coraggioso  “Davide” Tsipras che con tenacia, moderazione e determinazione, lotta contro un Golia avido e predatore di nome Troika, spargendo le briciole che segnano il sentiero delle rivendicazioni popolari.
Pronti 1140 miliardi di euro per le banche europee, nessuna disponibilità alla solidarietà per i Greci e la loro nazione, solo ricatti. Una popolazione che nessuna colpa ha, se non quella di non aver messo mano alle armi per scacciare oppressori e canaglie in giacca e cravatta, con conti in svizzera intestati alla mamma, da 500 milioni euro. (mamma Papandreou) 

Tornando al nostro orticello …… Con una elemosina da ottanta euro, -subito scippati con nuove tasse locali-, Mister R. ha ottenuto un consenso elettorale che gli ha permesso, -manovrando con scaltra prepotenza-, di impossessarsi dei cardini del portone Italia,  piazzandosi da non eletto, al comando della nazione e subordinando  milioni di cittadini che lo hanno votato e non lo hanno votato, ai margini delle scelte politiche.
E siccome Mister R. & C sono consapevoli che questa è l’ultima opportunità che gli resta per mantenere il possesso  dello stato italiano, girano piazzando mine anti-cittadini, nei punti nevralgici del funzionamento dello stato con leggi, leggine e regolamenti ad hoc. Perche tutto quanto modificato con questa legislatura, sia / diventi IMMODIFICABILE. (esempio: modifica senato irreversibile – europa/euro irreversibili).

Non più muri fisici a separare le popolazioni, le condizioni sociali,  ma nuove barriere impalpabili, fatte di parole scritte nei testi di legge a protezione del solito 1%. …….. Nelle “democrazie” occidentali -modelli a senso unico- non servono più le armi per imporsi sui più deboli,  si sfila la Parker dal taschino di sinistra della giacca del completo di gran classe e si firmano con nero inchiostro liquido, le pagine di grandi e ingarbugliati libroni statali. 

               

martedì 24 febbraio 2015

SERVIZI SOCIALI - storie di ordinaria follia



"Gli tolgono i figli: «Siete troppo poveri». Dramma a Torre Annunziata"

Non si concedono sussidi alle famiglie ma si concedono contributi alle comunità.........questa questione, racconta quanto il nostro stato sia malato, conclamato.  Mai !!! e poi mai !!! dovremmo permettere che si diano soldi alle strutture e non si diano sussidi alla famiglia per tenersi i figli in casa, se il problema è l'indigenza, non deve esistere la soluzione di affido comunitario. Non lo permettiamo. Le nostre tasse non devono sovvenzionare strane abitudini "socio pedagogiche"
07/12/2011
PS: non è un caso isolato

 SERVIZI SOCIALI - storie di ordinaria follia

sabato 21 febbraio 2015

LUOGHI COMUNI : GRECI = GRECIA


(fonti nel deserto dell'esposizione verbale, dove si abbeverano umani di scarso QI mentale)  

Mi chiedo perché, sempre più persone, credono che le colpe di uno stato possano essere addebitate a tutti i suoi cittadini ? ….. Per la Grecia (oggi tocca a Lei, domani …..?)  gira l’opinione comune che le colpe della situazione d’emergenza che sta vivendo il paese siano da attribuire a tutta la popolazione ……….. si legge tra gli articoli e i commenti …. .”Ah quei greci – non hanno voglia di far niente – popoli del sud – troppo caldo da loro - parassiti senza iniziativa ……..   

A proposito di Grecia e Greci ………….
Volevo aggiungere un dato interessante, che può far riflettere sulla questione Greca e sulla attribuzione delle responsabilità,  (più che questione Nazionale la definirei questione universale) ...........  
«dal corriere della sera» ….. compare nella lista Falciani questo : ........... [...........].un altro conto importante, quello della madre dell'ex primo ministro greco George Papandreou, che «aveva un conto di 500 milioni di euro». [.............] Diamo a cesare quello che è di cesare ....... LE COLPE NON SONO MAI DEI SINGOLI CITTADINI (politicamente parlando) ma di chi li governa, chi indirizza le scelte, chi ha il potere di decidere le regole della convivenza. Del funzionamento degli stati. Di chi decide le politiche di uno stato .......... LORO sono i veri colpevoli …….. non i cittadini che quelle politiche subiscono per pigrizia o per impotenza ……. non facciamoci trascinare dalla disinformazione    ……   I Greci e tutti i cittadini del mondo lontani dalle leve di comando,  hanno responsabilità singole non plurali … Se l’italia avesse avuto governanti illuminati, saremmo un altro paese con cittadini diversi. ………   

Se il capo-mandria ordina al vaccaro di seguire una certa direzione piuttosto che un'altra, il vaccaro esegue, da il verso alla mandria e le mucchine si adeguano,  ..... il branco, segue le indicazioni, del vaccaro che segue le indicazioni del capo-mandria …….…..chi è il colpevole se quando la mandria arriva al pascolo non trova erba fresca ma terra arida ?

Tra gli umani troviamo imprenditori illuminati esempi fra i più noti Olivetti e da ultimo sulle cronache dei giornali Michele Ferrero. Imprenditori che con coscienza e lungimiranza, attrezzano i luoghi di lavoro e i rapporti di lavoro, attenti anche alle esigenze dei lavoratori. Esistono poi dei veri e propri lager di lavoro, luoghi di internamento, messi in piedi da “imprenditori” senza scrupoli tipo quelli cinesi di Prato, dove si è schiavi moderni. Si lavora e si dorme, sopravvivendo nell’alienazione fisica e mentale ……….. di chi è la colpa ? Verrebbe da dire dell’imprenditore criminale,…….  Sbagliato, è sempre di chi, …….. in un mondo di regole,………  detta quelle regole, ed è responsabile della loro applicazione.  Il criminale è solo una pedina della macchina, un ignobile approfittatore di bug legislativi, va punito per il suo approfittare della situazione insieme ai politici che gli permettono di criminalizzare il lavoro. Ma se sostituisci il criminale schiavista, non risolvi la questione, devi cambiare chi è ai vertici della piramide, i sottoposto sono solo dei filtri / dei livelli di protezione.            
Tornando ai politici ………… serve una legge che istituisca il POLITOMETRO, per i politici e parenti dei politici in vita. (senza scadenza)   …… Quanto possiedi tu e la tua famiglia quando entri in politica ? Cosi verrebbe reso pubblico con quanto si entra e con quanto si esce. Un controllo senza scadenza, che discretamente tenga la lente puntata sui patrimoni del soggetto e dei suoi famigliari, se  sei riuscito a esportare o a nascondere, non devi riuscire a utilizzare beni che appartengono alla comunità, …..…. questo  sarebbe fare prevenzione vera efficace.