Post Fissato In Alto

REGIME DEMOCRATICO 2.0 condito con l'olio di ricino dell'ottimismo

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI, LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA REGIME DEMOCRATICO, STATO DI POTERE O PEGGIO; DITTATURA.

http://www.beppegrillo.it/…/parlamento/pdf/5G5S_18.03.16.pdf

giovedì 10 agosto 2017

Acqua: Risoluzione Federica Daga (M5S) - meno utili, più manutenzioni.


Ecco la risoluzione presentata da Federica Daga (M5S) per impegnare il governo a iniziative normative di tutela del bene universale acqua e nello specifico prendere provvedimenti per la salvaguardia delle riserve idriche utilizzate dal comune di Roma e delle sue reti di distribuzione.

comè andata?
DISCUSSIONE IL 27/06/2017
RINVIO AD ALTRA SEDUTA IL 27/06/2017

<<<<<<<<<<<< ----->>>>>>>>>>>>>
Risoluzione in commissione 7-01287
presentato da DAGA Federica testo di
Mercoledì 14 giugno 2017, seduta n. 813
IMPEGNA IL GOVERNO:.......................
"......ad assumere iniziative normative per impegnare i gestori a RISERVARE UNA ADEGUATA PERCENTUALE DEGLI UTILI derivanti dalla gestione del servizio idrico integrato, ante imposte, da inserire a investimento per l'anno, in interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle tubazioni di mandata dell'acqua potabile.
(7-01287) «Daga, Zolezzi, Terzoni, De Rosa, Busto, Micillo, Vignaroli».
<<<<<<<<<<<< ----->>>>>>>>>>>>>

Comunque il comune di Roma ha chiesto alla dirigenza (Acea Ato 2) e ottenuto, un investimento di 28 milioni di euro per il rifacimento delle reti di distribuzione
dell'acqua. cosi’ da ridurre gli sprechi fino a quota 25%. oggi a circa il 40%
 
 
http://www.federicadaga.net/2017/06/15/crisi-idrica-presentata-risoluzione-in-commissione/
 
 
 

mercoledì 26 luglio 2017

"democrazie occidentali": Francia - Regno Unito ?


ACCADEVA OGGI.
"un popolo senza memoria non ha futuro"
"Democrazie Occidentali": Francia - Regno Unito ?

Il 26 luglio 1956 il presidente Nasser, annunciò la nazionalizzazione del canale di Suez.  Esattamente tre anni dopo lo scadere della concessione di 99 anni rilasciata al francese Ferdinand de Lesseps >NEL 1854<

Ma allora se la concessione era scaduta, l'Egitto aveva rispettato i patti contrattuali dell'epoca presi con i francesi prima e poi con gli inglesi (1875), quando furono costretti (gli egiziani) per questioni economiche a cedere la quota del 44% agli inglesi.

Concessioni per tempi così lunghi -ma non infiniti- presuppongono il completo ritorno dell'investimento, nel tempo di concessione, inclusa una quota a parte di margine accettabile per l'investitore.

(Il progetto definitivo fu redatto da Luigi Negrelli, un ingegnere nato a Fiera di Primiero, in Trentino, allora parte dell'Impero d'Austria)

Nel 1854 Ferdinand de Lesseps, diplomatico francese in Egitto dal 1830, ottenne una concessione da Sa'id Pascià, Khedivè d'Egitto, al fine di costituire una società che costruisse un canale marittimo aperto a navi di ogni nazione e lo gestisse, affittando la terra per 99 anni.

Dopo i 99 anni di concessione, Nasser e il governo egiziano scelgono di nazionalizzare il canale, per poter costruire con gli introiti, la diga di Assuan e risolvere, in parte, il problema della siccità egiziana, che vedeva l'Egitto fra i paesi più aridi al mondo.

Alla dichiarazione di nazionalizzazione, il Regno Unito dispiegò le portaerei Eagle, Albion e Bulwark, mentre la Francia fece stazionare la Arromanches e la La Fayette. Regno Unito e Francia iniziarono a bombardare l'Egitto il 31 ottobre.

La crisi si concluse quando l'Unione Sovietica minacciò di intervenire al fianco dell'Egitto e gli Stati Uniti, tramite l'ONU, temendo l'allargamento del conflitto, costrinsero, dal dicembre 1956 al marzo 1957, britannici, francesi ed israeliani al ritiro. La transizione fu gestita dalla Forza di emergenza delle Nazioni Unite (UNEF), prima missione di peacekeeping dei caschi blu.

https://it.wikipedia.org/wiki/Canale_di_Suez
http://www.accadevaoggi.it/17-febbraio/prima-nave-attraversa-canale-di-suez
https://it.wikipedia.org/wiki/Diga_di_Assuan

 
 

giovedì 22 giugno 2017

Ma la CURIA è la chiesa?...O.pretende di essere la chiesa?



Ma la CURIA è la chiesa? ..... O la CURIA pretende di essere la chiesa ? .... Mi riferisco alle recenti dichiarazioni del presidente della CEI sullo IUS SOLA. Piccolo incipit che ronza nelle riflessioni che seguono a certe notizie di stampa..... Le rappresentanze ecclesiali sono tante e molto diverse tra loro e credo che il nostro compito sia quello di comprendere chi merita o non merita la nostra attenzione. 

Papà Bergoglio a Barbiana ? ... I gesti simbolici, quando compiuti con sincera vicinanza, senza ipocrisie, hanno grande valore e rilevanza. Migliorano e indirizzano il sentire comune. Bergoglio è un uomo leale con cui cercare soluzioni sociali. E' un "combattente" a tutto campo, che non si risparmia, sempre pronto a far valere il suo essere sagittario e, per caratteristica del suo segno zodiacale, non manca di prendere posizioni nette, coerentemente con il suo trascorso di uomo e religioso...... Le religioni? ... Sono una necessità per molti dei viventi umani terreni, e io rispetto la loro volontà, cercando l'equidistanza. Parto sempre dal presupposto che dentro le svariate categorie sociali, trovo persone piacevoli con cui condividere pensieri, parole e situazioni, al di là delle credenze politiche o di religione. Ho vissuto e vivo amicizie che superano l'appartenenza, la razza e il pensiero contrapposto. Rifiutiamo l'omologazione imposta dall'ideologie del passato e approcciamo il convivere in modo obiettivo e senza farci teleguidare da questo o quello..... Aspiriamo all'innovazione politica e sociale ? .... Allora comportiamoci di conseguenza. Andiamo oltre.






venerdì 12 maggio 2017

Gente scollata dall’odore acre del sangue.



"M5S, sfiducia Padoan & C."

Il vostro lavoro puntuale e senza sconti, grazie anche a eroi della patria come Elio Lannutti, che vedo presente alla conferenza, (Lui si !!!.. meriterebbe il  cavaglierato) ....sta confermando quanto il vero potere -quello che conta- sia ben saldo nelle mani delle banche. Segui i soldi -diceva Falcone- ...... e se gli dai retta .... quando segui i soldi, alla fine del percorso dei soldi .... passate pedine, pedoni, sgherri, criminali di bassa e alta intensità, stallieri e amici degli stallieri, trovi sempre qualche banchiere affiliato o qualche banca deviata. Sono loro che muovono pedine e pezzi della scacchiera sociale. Sono loro che tirano i fili degli occasionali burattini, proni ai loro diktat. Non importa quanto siano cinici e senza scrupoli, anzi: indifferenza, freddezza, sfrontatezza, impudenza e cattiveria, sono tutti attributi premianti in questo modello neo liberista del caxxo. Sono loro che hanno le redini del controllo delle vite umane. Direttamente o indirettamente. ... Concedono prestiti, impongono pignoramenti, provocano suicidi di massa, foraggiano le nuove tratte, impongono leggi proprie a protezione del potere, attraverso lacchè e servi della gleba venduti al miglior offerente. Concedono prestiti bellici. "giocando" alla guerra con le vite altrui, per onor d’appartenenza o spazi di potere personale…….. Guardando indietro e ripescando nel passato ormai remoto, volutamente condannato all’oblio della memoria …. all'apice del potere mafioso ancora ben visibile alla fine degli anni ottanta, chi ci trovi ? …. Ci trovi uno sgherro fatto banchiere. Quel tal Michele Sindona, mandante dell'omicidio di Giorgio Ambrosoli e tanto altro ancora……. Una figura che -per me- segna un passaggio storico nell’evoluzione della criminalità mafiosa italiana. Un “prima” e un “dopo”.…. Prima: banchieri creati dal nulla, pescati dalla manovalanza di livello e piazzati ad hoc nei punti nevralgici del sistema. Quello bancario. Quello dove si muovono, soldi e potere. Poi, a seguire -post Sindona- il “dopo”…. Non più, personale di servizio al soldo delle cosche. Ma posizioni occupate direttamente dalle nuove generazioni di picciotti lindi come bianche lenzuola stese al sole d’estate. Mentre Sindona sorseggia il suo ultimo caffè, altri invisibili, prendono posto sugli scranni più alti, legittimati dalla “non“ appartenenza diretta agli eventi criminali. Lo sono…. Ma non lo sono.

Oggi banche d’affari e banchieri speculatori, rappresentano il “lato oscuro della forza. Quell’energia negativa che pervade l’universo.”  

Similmente reale e premonitore, l’episodio della fiction “La Piovra 10”, dove Tano illustra il progetto di evoluzione verso la dominazione diretta, di parte del sistema bancario. Una finzione cinematografica, divenuta lezione guida d’indirizzo operativo, per nuovi criminali dal colletto bianco. Il peggio che si possa immaginare. Gente scollata dall’odore acre del sangue.   

 https://www.youtube.com/watch?v=IYjKpvYVa7o